Utopic al tavolo sul turismo per l’Appennino Bolognese

Si moltiplicano le occasioni di presentazione di Utopic in ambiti ufficiali: ieri abbiamo raccolto il gradito invito al Tavolo sul Turismo in Appennino, organizzato con la collaborazione di Apt, Gal e Città Metropolitana di Bologna.

I referenti delle principali mete dell’Appennino bolognese si sono riuniti con l’obiettivo promuovere e valorizzare lo splendido patrimonio di cui sono tenutari. La volontà di privilegiare il turismo sostenibile e l’eco-turismo si traduce nella creazione di un’offerta turistica che coinvolge in prima persona cittadini, artigiani, commercianti e tutti coloro che vivono il territorio e che sono i primi tenutari della storia dei luoghi, dei valori e delle tradizioni. L’approccio di Utopic non è dissimile, grazie a Utopic ogni utente può tramandare l’identità storica dei luoghi e arricchire con contenuti personalizzati ogni POI (punto di interesse).

La presentazione dell’app ha raccolto l’entusiasmo di tutti i partecipanti, la rete delle collaborazioni sembra stringere la sua maglia e trovare affascinanti sbocchi nella missione di valorizzazione del territorio. Sulle antiche strade romane della Via degli Dei, lungo la Linea Gotica, sulle doline della Via del Gesso, tra i sentieri dell’alta via dei Parchi, tra le guglie della Rocchetta Mattei e tra le antiche pievi della Flaminia Minor sta crescendo la volontà di raccontare il territorio. Utopic è una strada nuova da percorrere, un’app che parla d’Italia, dei suoi segreti e della sua infinita bellezza inesplorata.